Testata_2

IL PROGETTO

Il bacino del Mediterraneo è stato da sempre luogo di sviluppo di numerose civiltà che hanno caratterizzato con le loro condizioni socio-culturali e le loro tradizioni lo sviluppo dei Paesi di origine e di quelli con cui hanno interagito in occasione di migrazioni, guerre, invasioni e attività commerciali. In seguito a tali eventi, è rimasta nei territori mediterranei una ingente quantità di beni archeologici e monumentali sia immobili che mobili. Essi costituiscono un patrimonio di enorme valore sia per il miglioramento della conoscenza relativa all’evoluzione delle civiltà mediterranee, sia perché elementi di sviluppo turistico ed economico dei territori. Tuttavia, tali beni risultano oggi poco valorizzati perché difficilmente accessibili o del tutto inaccessibili, anche perché spesso depositati nei magazzini degli enti preposti alla loro tutela.

In tale prospettiva e in linea con l'obiettivo di promozione della coesione territoriale e di sviluppo di attività di integrazione tra i Paesi del Bacino del Mediterraneo proprio del Programma MED, il progetto mira a rafforzare il circuito transfrontaliero di risorse archeologiche italo-tunisine attraverso l’utilizzo integrato delle tecnologie innovative di informazione e comunicazione (ICT). La modellazione virtuale e la fruizione tridimensionale dei modelli del patrimonio culturale assumono, infatti, un ruolo importante per stimolare la curiosità dei possibili turisti e visitatori dei territori, soprattutto tali modelli sono fruibili con gli odierni strumenti tipici dell’ICT come la rete Internet e i comuni mezzi informatici come pc e tablet. Inoltre, le applicazioni per la fruizione 3D multimediale dei beni culturali e ambientali oltre ad essere un valido supporto per gli studiosi, possono costituire un valore aggiunto in occasione di eventi e fiere sui beni culturali e sulle tipicità dei territori.

L'applicazione multimediale realizzata vuole essere d’ausilio alla conoscenza e alla valorizzazione del ruolo dei beni culturali dell’area mediterranea, attraverso la realizzazione di modelli digitali 3D fruibili con tecnologie web dell’area archeologica di Mokarta in Sicilia, e della Statua di Apollo ritrovata nel Teatro antico di Cartagine e oggi conservato presso il Museo del Bardo in Tunisia. I modelli tridimensionali sono accessibili e navigabili tramite un’applicazione web dedicata intesa quale percorso di conoscenza integrata e interattiva che consente il passaggio dinamico dalla scala territoriale delle aree archeologiche alla scala locale e di dettaglio propria dei reperti archeologici. Il modelli 3D dell'area archeologica di Mokarta rappresentano il sito nella sua condizione attuale e originaria, e sono stati realizzati in modo tale da essere fruibili attraverso alcune fra le più diffuse piattaforme desktop e mobile (smartphone, tablet, PC, etc.) connesse alla rete internet.

Accedi
al sito archeologico di Mokarta
Accedi
al modello della Statua di Apollo
 
CREDITS